La Festa di Santa Chiara a Gerusalemme

News

La Festa di Santa Chiara a Gerusalemme

In un mondo dove lo stress detta le regole, esistono comunque delle eccezioni. Se fuori dalle mura, risuonano rumori fastidiosi, all’ interno invece come in una preghiera, risuona un canto armonico .

Suor Maria Roberta, non frequentava la Chiesa, e amava divertirsi tra viaggi e feste; ma all’età di 25 anni, quando si stava preparando per andare in discoteca, un evento inusuale le diede una nuova prospettiva di vita.

Suor MARIA ROBERTA
Clarisse - Suore povere di S. Chiara

“Ho acceso il televisore, e in quei giorni nella mia citta c’era San Giovanni Paolo II, che parlava ai giovani, e una frase solamente mi ha colpito: "Uscite della vostra mediocrità e fatte della vostra vita un capolavoro." Quindi questo è stato come ricevere un pugno dentro di me, come a dirmi: ma dov’è la tua vita? che cosa stai facendo? non senti un vuoto?”


Questo fu un evento molto importante nel cammino della sua conversione. Mentre era impegnata nei lavori sociali, una chiamata di Dio la inquietava.

Suor MARIA ROBERTA
Clarisse - Suore povere di S. Chiara

“Pensavo di sposarmi, ad avere una famiglia, dei figli, ma Lui chiedeva , e io sentivo, non si può dire a parole com’è , è una chiamata, è misterioso anche”.


Suor Chiara Cristiana era invece studentessa all’università, innamorata, con il pensiero di sposarsi e di magari avere 10 figli.

Suor CHIARA CRISTIANA
Clarisse - Suore povere di S. Chiara

“Quando ho scoperto che Dio esisteva venivo da alcuni anni in cui avevo rifiutato tutto: Dio, la Chiesa. Quando poi ho scoperto con un cammino di scoperta proprio, ho scoperto che Dio esisteva; e ho scoperto anche che quello che volevo io era piccolo. “


E fu cosi che Suor Chiara Cristina si identificò con questo Ordine, fondato da Chiara e Francesco, all’ inizio del 13 secolo.
La vita contemplativa proposta da Chiara ebbe un forte impatto, per quel tempo, e oggi continua, dopo 800 anni ad attrarre vocazioni.
Nel mondo ci sono circa 20000 religiose. Donne che hanno trovato nella Clausura il significato più profondo della parola libertà.

Nel giorno di Santa Chiara, una Messa è stata celebrata nel monastero delle Clarisse a Gerusalemme. Mons. William Shomali, Vescovo Ausiliare di Gerusalemme per i Latini, ha sottolineato l’ importante contributo della vita contemplativa nella chiesa.

S.E. Mons. WILLIAM SHOMALI
Vicario Patriarcale per Gerusalemme

“Possono servire la chiesa in due modi: Attraverso la preghiera, le intercessioni, e attraverso l’ Esempio. Dopo secoli, santa chiara continua a irradiare, perché ha vissuto la sua vita in Dio, e Dio solo. Ha pregato per il popolo e ha lasciato un grande esempio di umanità”


Con la Fondatrice come modello, le Clarisse danno continuità al suo carisma, attraverso la preghiera e offrendo la loro vita, come ha riassunto Suor Roberta in queste brevi parole.


Suor MARIA ROBERTA
Clarisse - Suore povere di S. Chiara


“Gioia, sofferenza e amore, sono tre cose che vanno insieme.”



Altre news


Pagina:  25  26  27