GRANDI COSE FA LA TERRASANTA

News

GRANDI COSE FA LA TERRASANTA

Circa 10 anni fa madre Angela, provinciale delle Clarisse umbre, incontrò un gruppo di volontari della Associazione che stavano lavorando dalle Clarisse di Gerusalemme. Vedendo cosa stavano facendo chiese: non potreste darci una mano anche a Foligno? (dove lei risiede). Da allora è cominciata la collaborazione di alcuni soci con le Clarisse di Foligno; prima con madre Damiana e, ora, con madre Maria Cristiana. Soprattutto lavori di manutenzione di infissi esterni, verniciare ambienti, spostare mobili, ecc. Pur non capendo ancora bene come sia successo, ma forse lo sappiamo, la nostra collaborazione con le Clarisse si è poi ampliata a S.Agata Feltria, a Gubbio, a Rimini, a Orvieto e, tramite gli amici della Brianza, a Leiri vicino a Rapallo. E’ nato un bellissimo rapporto di amicizia con tutte queste realtà. A Foligno è nata una cosa particolare che è un ulteriore segno di cosa fa nascere la Terrasanta anche fuori di essa (in un’altra occasione abbiamo raccontato degli amici di Monte san Savino vicino Arezzo). Cinque anni fa ci è stata fatta la richiesta di un aiuto per la giornata del 13 dicembre, santa Lucia, alla quale è dedicato il convento di Foligno. In quel giorno la chiesa delle Clarisse diventa santuario e viene esposta anche una reliquia della santa. La chiesa rimane aperta tutto il giorno e, in quella giornata, vengono celebrate 10 messe officiate da diversi parroci, dal Vescovo e anche dai Ministri dell’ordine dei francescani. Noi facciamo un servizio alla giornata aiutando nella raccolta delle offerte durante le messe, nell’aiutare il celebrante quando occorre, nel risistemare la chiesa alla fine della giornata, nell’aiutare durante il pranzo che viene offerto ad una trentina di persona e, a volte, anche più. In questo lavoro siamo aiutati dai novizi francescano di S.Cosma e Damiano. Le cose interessanti per cui ringraziare non sono queste. Prima di tutto è la possibilità di vivere una giornata e mezza assieme alle Clarisse che ci stupiscono sempre per la loro fede ed amicizia, per i tantissimi che vengono in chiesa in quella giornata e che affollano le s.messe. Santa Lucia non è la patrona di Foligno, spesso cade in un giorno feriale eppure l’affluenza è continua e numerosa. Tanti vengono per ascoltare la s.messa, comunicarsi e, magari, confessarsi, altri entrano per poco tempo, ma tutti vanno a fare una visita all’altare dove c’è la statua della santa, giovani, anziani, bambini. Questa venerazione ci stupisce sempre perché vediamo che coinvolge la città, chi crede e chi non crede, persone di ogni età. In tanti ringraziano le sorelle Clarisse per la loro presenza a Foligno; per noi sono amiche, ma, soprattutto, segno della presenza del Signore in una città e segno della importanza della loro preghiera che, anche se nella clausura, vediamo che opera in noi e in tante persone e di tutto questo ringraziamo ancora la Terrasanta che ci ha reso possibile questi incontri..



FOLIGNO SEGNO DELLA TERRASANTA

Altre news


Pagina:  1  2  3