La Celebrazione del Preziosissimo Sangue nella Basilica del Getsemani

News

La Celebrazione del Preziosissimo Sangue nella Basilica del Getsemani

Le gocce di sudore di Gesù, che come sangue durante la sua agonia caddero sulle rocce dell’uliveto, rappresentano il primo germoglio della salvezza dell’umanità. Poche ore più tardi, per la stessa salvezza dell’uomo il suo sangue sarà versato sulla croce.
L’1 luglio la Chiesa ha celebrato la Festa del Preziosissimo Sangue di nostro Signore Gesù Cristo nella Basilica del Gestemani, ai piedi del Monte degli Ulivi a Gerusalemme. La Santa Messa è stata presieduta da Fra’ Francesco Patton, Custode di Terra Santa.

Fr. FRANCESCO PATTON, ofm
Custode di Terra Santa
"Qui cadono alcune gocce di sangue, sudore, sulla Roccia, ma poi poche ore dopo sul Calvario Gesù darà tutto se stesso fino all’ultima goccia di sangue. E questo sta ad indicare il dono di tutta la propria vita per amore nostro, per la nostra salvezza."

Dopo la festa del Corpus Christi l’intero mese di Luglio è dedicato al Preziosissimo Sangue di Gesù. Qui lo spargimento di petali di rose rosse sopra la roccia è il simbolo delle gocce di sudore di Gesù che secondo la tradizione caddero come sangue durante la sua agonia, prima che fosse consegnato ai soldati.

Fr. FRANCESCO PATTON, ofm
Custode di Terra Santa
"Venire in questo luogo significa fare come Gesù, metterci anche noi in sintonia con la volontà del Padre e renderci anche noi disponibili a dare la vita.
Per noi non sarà su una croce, ma nelle circostanze quotidiane."

Nel luogo in cui Gesù pianse e pregò "Padre, se vuoi, allontana da me questo calice!
Tuttavia non sia fatta la mia, ma la tua volontà" il signore Gesù ci ha insegnato che la logica divina è diversa dalla logica del mondo!

Fr. FRANCESCO PATTON, ofm
Custode di Terra Santa
"Per la comunità locale è una festa che deve portare a riflettere su come Gesù stesso ha vissuto in modo molto impegnativo, sotto forma di sacrificio, il proprio amore e la propria fedeltà alla volontà del padre.
Questo vale però non solo per la comunità locale ma per tutti i cristiani e pellegrini."

Il peccato, di fronte al Dio eterno e santo, ha richiesto un sacrificio senza limiti, attraverso il preziosissimo sangue dell’Agnello di Dio.



Altre news


Pagina:  1  2  3