La Birra di Davide

News

La Birra di Davide

Potrebbe sembrare un brindisi come un altro, a renderlo unico è un ingrediente della bevanda contenuta nei bicchieri: un lievito vecchio di 5000 anni, fatto letteralmente tornare in vita da un team di scienziati israeliani alla ricerca della birra del Re Davide. Uno studio dai risultati sorprendenti, iniziato quasi per gioco da un microbiologo che, normalmente, dà la caccia ai batteri killer.
RONEN HAZAN Microbiologo Hebrew University di Gerusalemme Stavo prendendo da bere, una sera, con un amico birraio e ci siamo chiesti: chissà come era il sapore della birra antica, quella dei tempi di Gesù o del re Davide, e chissà se il lievito può sopravvivere nei secoli… così abbiamo pensato di domandare a degli archeologi qualche antico recipiente e, da una prima ricerca, è risultato che sì, il lievito c’era ed era ancora vivo!” Sono stati isolati i microrganismi prelevati dai vasi di contenitori di terracotta di epoche diverse di quattro siti archeologici della Terrasanta: i più antichi risalgono al primo regno egiziano unificato.
YITZHAK PAZ Archeologo – Israel Antiquites Authority La birra dell’antico Egitto era elementare, di uso quotidiano, la bevevano anche i bambini per la mancanza di acqua potabile. Era prodotta in gran parte con dei succhi, probabilmente di melograno e datteri. Conosciamo gli ingredienti dagli antichi papiri, qualcuno aveva già provato a riprodurre la birra dei faraoni usando ricette antiche con materiali moderni. Noi per la prima volta abbiamo prodotto birra con antichi microrganismi. Isolati, Germogliati, purificati dai batteri e fatti crescere in laboratorio. Sono sei i ceppi di lieviti vivi recuperati.
RONEN HAZAN Microbiologo Hebrew University di Gerusalemme Abbiamo mappato il genoma e scoperto che si tratta di un lievito molto simile a quello usato oggi in Etiopia. In questo primo esperimento abbiamo usato il lievito antico e ingredienti moderni, nel futuro proveremo a ricreare anche altri ingredienti.



Altre news


Pagina:  1  2  3