La raccolta delle olive e i tanti frutti del Getsémani

News

La raccolta delle olive e i tanti frutti del Getsémani

Getsémani, ovvero “frantoio dell’olio”. Un luogo particolarmente amato da Gesù, luogo di preghiera la sera del Giovedí Santo. E’ tempo di raccogliere le olive al Romitaggio del Getsémani, alle pendici del Monte degli Ulivi. Un appuntamento divenuto ormai tradizionale a cui partecipano molti volontari: quest’anno dall’Italia è arrivato un nuovo, piccolo frantoio.
Fr. DIEGO DALLA GASSA, ofm Responsabile del Romitaggio del Getsémani Il primo passaggio è la lavatura delle olive e la defogliazione… …Questo macchinario ha una spirale che prende le olive e le inserisce nel frantoio… …vedete, le olive entrano sporche ed escono che sono pulite. Ci sono dei coltelli che tagliano, tritano, tutta la pasta: l’oliva, l’osso, tutto… …la sansa va messa all’interno del tubo dove c’è una spirale con una centrifuga. E questa centrifuga ad alta velocità permette la suddivisione dell’acqua, della sansa (che sarebbe la pasta), e poi avviene l’estrazione dell’olio. L’olio esce che è extravergine." Adesso si aspetta. E’ già pronto il primo frutto delle olive: l’olio, che verrà portato sulla tavola, che in passato alimentava le lampade o veniva usato nella lotta greca, prezioso ancora oggi per scopo medicale. Ma i frutti delle olive del Getsemani sono davvero numerosi.
Fr. DIEGO DALLA GASSA, ofm Responsabile del Romitaggio del Getsémani "Ho mescolato un po’ di olio con del nardo: può diventare, con una semplice preghiera che noi sacerdoti possiamo fare, olio benedetto. E poi può essere usato anche per la consacrazione: l’olio dei catecumeni, l’olio degli infermi e il crisma, che serve per i battesimi, per la confermazione e anche per l’unzione dei sacerdoti. Infine, le ossicine delle olive vengono usate per fare dei rosari." Per chi da tutto il mondo decide di passare insieme una giornata di ottobre in un luogo speciale, ai piedi del Monte degli Ulivi, la raccolta delle olive è ogni anno una grande occasione di amicizia.
TZAFI SHELEF Israele "Vivo qui, sono israeliana, vengo qui ogni anno più o meno. Molte persone vengono da diversi paesi, da diversi stati: è una opportunità unica per incontrare persone da tutto il mondo. Veniamo qui tutti per la stessa ragione, per lo stesso obiettivo."
ARTURAS GAILIUNAS Lituania "Stare insieme ci rende più vicini, come se fossimo una sola grande famiglia."
GREGORY RAIKES Stati Uniti "Appena sono entrato i miei figli hanno iniziato a correre nel giardino. E’ un posto meraviglioso, per loro è bellissimo: possono vedere altri bambini, ci sono anche degli amici da tutto il mondo. Possono divertirsi stando fuori, in questa bella giornata a Gerusalemme."



Altre news


Pagina:  1  2  3