“Dar Mamilla”. Una nuova guest house a Gerusalemme

News

“Dar Mamilla”. Una nuova guest house a Gerusalemme

Accogliere, dare ospitalità ai pellegrini per farli sentire come a “casa” . Da oggi a offrire tutto questo, a Gerusalemme, c’è una struttura in più, dal nobile scopo. A due passi dalla città vecchia, e dai luoghi della Redenzione, è stata inaugurata, martedì 4 febbraio “Dar Mamilla” , la nuova Guest house gestita da Ats Pro Terra Sancta . La strutturata, situata presso il convento delle Suore di San Vincenzo de Paoli è stata benedetta da Fr. Francesco Patton, Custode di Terra Santa, insieme al Vicario Custodiale Fr. Dobromir Jasztal, alla presenza di alcuni frati e suore della congregazione. La ONG della Custodia di Terra Santa ha deciso, nel 2018 di farsi carico della ristrutturazione di alcuni locali. Oggi Dar Mamilla dispone di 13 stanze, su 2 piani, con cucina e lavanderia.
CLARA BOSIO ATS Associazione Pro Terra Sancta “Le suore sono state molto disponibili, ci hanno accolto molto bene. I primi ospiti sono arrivati già a metà ottobre. Stiamo iniziando ad avere sempre più richieste, tramite il passaparola, il sito del Christian information center e stiamo preparando un mini sito web.” Le Figlie della Carità dell’Ordine di San Vincenzo de Paoli mettendo in pratica gli insegnamenti del loro fondatore, accolgono gli ultimi e i meno fortunati: sono circa 240 i bambini di diverse nazionalità e religioni che frequentano l’ asilo, e 20 le persone disabili di cui si prendono cura. Una missione che ATS Pro Terra Sancta potrà sostenere.
CLARA BOSIO ATS Associazione Pro Terra Sancta “Lo scopo è di aiutare le suore, perché hanno sempre bisogno di fondi e di aiuti per l’ asilo e i disabili. ATS pensa con le entrate di questa guest house di poter dare un contributo alle suore, tutti gli anni.



Altre news


Pagina:  1  2  3