Comunicato del Commissariato di Terra Santa in occasione dell’emergenza sanitaria covid-19

News

Comunicato del Commissariato di Terra Santa in occasione dell’emergenza sanitaria covid-19

Cari amici di Terra Santa,
l’emergenza sanitaria per prevenire e contenere il contagio da coronavirus prevede anche la momentanea sospensione di tutti i viaggi verso Israele.
In questi giorni anche un pellegrinaggio giovani del Commissariato di Terra Santa è stato annullato. L’attuale situazione ci rattrista e ci lascia tutti un po’ sconcertati e impauriti. In realtà la vera emergenza è la paura che – con nomi e forme diverse – sempre si affaccia alla nostra vita. Anche i discepoli dopo la morte in croce di Gesù se ne stavano nel cenacolo a porte chiuse per paura. Ma nessun sbarramento, nessuna porta chiusa, nessun isolamento può vincere la paura. La paura dei discepoli viene vinta nel momento in cui appare il Risorto: “Non temete sono io”. Questa circostanza mette in evidenza come tutti abbiamo bisogno di far esperienza del Risorto. Questa strana e inedita circostanza ci costringe ad andare fino in fondo alle ragioni del perché amiamo e custodiamo la Terra Santa: perché abbiamo bisogno di fare esperienza del Risorto. Ecco perché proponiamo e accompagniamo in pellegrinaggio: perché siamo tutti sulle tracce di Cristo e di Cristo Risorto.
In questi giorni – così particolari e in un certo senso strani – ravviviamo in noi il desiderio della sua Presenza senza la quale la nostra vita piomba nella paura e nel panico.
In questi giorni non dimentichiamo i nostri fratelli che vivono in Terra Santa. Questa emergenza mette in ginocchio non solo la nostra economia ma anche quella della Terra di Gesù dove la principale fonte di sostentamento è il turismo religioso.
In questi giorni continuiamo a pregare per la pace, soprattutto in Siria, dove da più di 9 anni si combatte una guerra assurda e dove in questi giorni si sono intensificate le emergenze umanitarie.
Questo tempo di quaresima diventa davvero “tempo favorevole” per tornare a Dio, per convertirci a Lui, per camminare dietro al Crocifisso in attesa di sperimentare la Sua Risurrezione.
Tempo favorevole per intensificare il desiderio di Lui certi che presto potremo ritornare nella Sua Terra per crescere nella fede e nella speranza in Dio.
Cari amici, non dimentichiamo che siamo sempre in pellegrinaggio, in ogni luogo e in ogni momento della storia. Sempre in cammino verso la Gerusalemme del Cielo.
frate Francesco Ielpo

30 marzo 2020
Con il cuore in Terrasanta
Cari amici e sacerdoti,
Vi scriviamo insieme perché i nostri cuori e le nostre menti si uniscano a tutti Voi nel pensiero rivolto alla nostra Terra Santa, facendo nostre le parole del salmo 136 (137):
Sui fiumi di Babilonia,
là sedevamo piangendo
al ricordo di Sion.
In questo frangente storico, di particolare dolore e fatica, il ricordo di Gerusalemme – la città Santa – ci rattrista perché privati della possibilità di mettere ancora i nostri piedi nella Terra della Promessa.
Se ti dimentico, Gerusalemme,
si paralizzi la mia destra;
si attacchi la lingua al palato,
se lascio cadere il tuo ricordo,
se non metto Gerusalemme
al di sopra di ogni mia gioia.
Il pensiero della Terra Santa ci porta conforto e grande, immensa sarà la letizia quando vi ritorneremo, con amici e pellegrini.
Questo è il tempo del cammino nel deserto, il tempo della prova, in attesa della Pasqua, in attesa di Pesah.
Innamorati della Terra Santa, siamo uniti in un’attesa più lunga e profonda, coltivando il “desiderio di Gerusalemme” nei cuori, consapevoli che grande e straordinaria sarà la gioia di camminare nuovamente e presto tra le pietre dove è nata la nostra storia.
Teniamo vivo il desiderio del ritorno certi che potremo tornare a cantare – alla vista delle mura di Gerusalemme – insieme a tutti i nostri fratelli:
Allora la nostra bocca si aprì al sorriso,
la nostra lingua si sciolse in canti di gioia.
Allora si diceva tra i popoli:
“Il Signore ha fatto grandi cose per loro”.
salmo 125 (126)
Coltiviamo nei nostri cuori il desidero del ritorno!

Fr. Francesco Ielpo
Commissario di Terra Santa del Nord Italia
Presidente dei commissari d’Italia

AVIDAL KOTZER ADARI
Consigliere Affari Turistici Ambasciata d’Israele
Ufficio Nazionale israeliano
Del Turismo



Altre news


Pagina:  1  2  3